venerdì 21 dicembre 2018

In libreria la silloge di Francesca Vitale, “Come seme piantato alla luce dell’ultimo sole. Poesie”, prefazione di Davide Romano, Edizioni La Zisa, pagg. 80, euro 10,00




In questa raccolta le poesie sono le nuvole leggere che volano nel cielo della vita dell’autrice. Queste poesie sono libertà, aria, musica silenziosa e bellissima della vita stessa. La poesia è quel bocciolo interiore che diventa l’unico modo di capirsi e per certi versi anche di amarsi. L’autrice mette in versi quello che diventa lo specchio del suo cuore, il cuore di donna, un cuore che cerca se stesso in una sublime introspezione che vada “oltre” le barriere della segretezza dell’anima.
In questo modo, come la passione poetica è per lei dono divino, così le parole delle sue poesie diventano dono per gli altri, un dono fatto di commozione e semplicità.

Francesca Vitale nasce nel 1982 a Milazzo, in provincia di Messina. Laureata e specializzata in scienze economiche, sente fin da piccola la passione per la poesia che considera come uno dei doni più preziosi ricevuti da Dio.
Nel 2010 pubblica la sua prima raccolta, Come brezza fresca e leggera, una pentola a pressione di emozioni che vogliono essere trasmesse e condivise con il lettore nel desiderio e nell’intento di lanciare e lasciare un messaggio di speranza e di vita o solo, e semplicemente, una riflessione sulla stessa.
Una seconda raccolta, Riposa, pubblicata nel 2013 è, invece, incentrata sulla gratitudine a Dio, autore di quella che lei chiama una vera e propria “rinascita”, e sull’amore per la vita. Questa è la sua terza pubblicazione.


Nessun commento:

Posta un commento